Change Onlus
  • Evento di cucina sociale con la distribuzione del cucinato

  • Visita medica con rilevazione dei parametri, peso, altezza, circonferenza...

  • Annotazione dei parametri della visita medica

Centro Nutrizionale

Il Madagascar è uno dei Paesi più poveri al mondo: più del 78% della popolazione (di cui il 50% sotto i 18 anni) vive con meno di 1,90 dollari al giorno. Quasi 1,8 milioni di bambini sotto i 5 anni (47%) soffrono di malnutrizione cronica, mentre la malnutrizione acuta colpisce l’8% dei bambini sotto i 5 anni.

 

Con la consulenza di Nutriaid abbiamo impostato il Centro Nutrizionale di Change,  formato da dieci agenti nutrizionali locali e una pediatra del Centro Sanitario. 

La missione principale dell’equipe è la valutazione e il monitoraggio dello stato nutrizionale dei bambini nel comune di Ampefy. 

Per assicurare una constante adesione al programma di nutrizione, i nostri agenti si recano direttamente nei diversi villaggi con regolarità. 

L’obiettivo è l’identificazione dei casi di malnutrizione con conseguente distribuzione di farine nutritive in base alla gravità della situazione. Valutiamo: il BMI dei bambini all’interno di un villaggio, il diametro del braccio, eventuali segni di edema e l’alimentazione di base di ogni singolo bambino.

In base al grado di malnutrizione vengono seguiti diversi protocolli:

  • Nei casi di malnutrizione acuta grave distribuiamo il Plumpy Nut, un cibo terapeutico pronto all’uso a base di arachidi, proteine del latte, vitamine e minerali, contenente circa 500 kcal per pacchetto; 
  • Nei casi di malnutrizione acuta moderata/a rischio distribuiamo una farina arricchita prodotta da una cooperativa sociale locale a base di mais, soia, riso, arachidi, minerali e vitamine. 
  • Inoltre, abbiamo avviato un Villaggio Moringa in cui forniamo un ulteriore supplemento di polvere di Moringa Oleifera, prodotta direttamente dal Centro. 

A tutti i bambini viene garantito un supporto medico da parte della pediatra, disponibile tutti i giorni per visite ambulatoriali al Centro e una volta alla settimana presso la Clinica Mobile che si reca nei villaggi più isolati. 

Tutte le misure e i dati raccolti sul campo sono poi trasferiti manualmente all’interno di un database informatico al fine di analizzare la prevalenza della malnutrizione all’interno della nostra popolazione e il trend di miglioramento dei bambini in cura.

Per ora il programma ha registrato il 66% di guarigioni (uscita dallo stato di malnutrizione acuta). 

Oltre alla sorveglianza e al trattamento ci occupiamo anche di istruire il nucleo mamma e bambino su una alimentazione più corretta attraverso anche dimostrazioni culinarie settimanali. 

 

 

Progetto futuro

 

  • Somministrare un questionario valutativo della situazione alimentare dei bambini in cura, valutando la presenza di macro e micro-nutrienti nelle loro diete quotidiane. 
  • Coltivare e produrre indipendentemente le farine di integrazione alimentare da distribuire ai bambini moderatamente malnutriti, al fine di diminuire i costi in lungo termine e fornire disponibilità di lavoro alla comunità locale. 

 


Relazione stato di avanzamento del Progetto Pilota "Cibo che Cura ( clicca qui )

 

Relazione stato di avanzamento progeto Fahana (clicca qui)

 

 

Un bambino partecipante al programma di

nutrizione con le farine distribuite

settimanalmente. 

 

 

Misurazione del diametro del braccio.