Change Onlus
  • La moringa, conosciuta in Madagascar come “ananambo” o “ana-mirongo”

  • I nostri lavoratori

  • Laboratorio per l'essiccazione

  • Al campo usiamo fertilizzante e pesticida biologici.

Piantagione della Moringa

La Moringa Oleifera è una pianta originaria dell’India. In Madagascar è conosciuta come “ananambo” o “ana-mirongo”, cresce soprattutto nelle regioni calde e umide, ma può crescere anche in zone aride. Tuttavia in Madagascar la Moringa è poco sfruttata e le sue proprietà sono sconosciute alla maggioranza della popolazione

 

Di fatto la Moringa è ricca di nutrienti presenti nelle sue foglie, baccelli e semi. Consumandone 30g al giorno, un bambino soddisfa tutto il suo fabbisogno giornaliero di vitamina A, l’80% del fabbisogno di calcio, il 60% del fabbisogno di ferro e quasi il 40% del fabbisogno di proteine

 

 

Piantagione Moringa

  • 2017
    • Il terreno di coltivazione della Moringa si trova sul lago di Itasy, non lontano dal nostro Centro
    • Comprate le sementi, si fa partire il vivaio con l'idea di predisporre dieci/quindicimila germogli
    • Vengono assunti 8 lavoratori locali per la preparazione del terreno
  • 2018
    • Viene costruito il laboratorio per l'essiccazione delle foglie, la trasformazione in polvere e il suo confezionamento
    • Durante l’inverno, che corrisponde alla stagione secca, si acquista una motopompa per irrigare le piantine. Vedere spuntare le prime foglioline ci dà soddisfazione
    • Un agronomo del Burundi, esperto nella coltivazione della Moringa e nell’agronomia alimentare per malnutrizione, insegna i metodi corretti della cura della pianta, della costruzione del compost e della sintesi del biopesticida
  • 2019
    • È giunto il momento del primo raccolto. Vengono prodotti circa 370 kg di polvere di Moringa
    • Finalmente si inizia la distribuzione. Si sceglie come primo destinatario un villaggio pilota (Villaggio Moringa) vicino alla coltivazione, per testare il grado di efficacia della Moringa sulle diete dei bambini moderatamente malnutriti
  • 2020
    • Abbiamo installato alcuni pannelli solari che producono energia sufficiente a far funzionare una pompa sommersa che alimenta un serbatoio di acqua pulita che serve a lavare le foglie di Moringa prima di farle essiccare
  • 2021
    • Grazie al contributo dell’associazione Bianca Vetter abbiamo intercettato una sorgente a quasi 1 Km di distanza per poter disporre di una maggiore quantità di acqua per il nostro laboratorio di trasformazione . Questo progetto  ha anche consentito di far arrivare ad un villaggio vicino al nostro terreno, di circa 150 persone, una tubatura che termina in una fontana, per donare acqua pulita e corrente ai contadini del villaggio e alle loro famiglie
  • 2022
    • Stiamo operando una profonda revisione del progetto di coltivazione grazie al parere dei nostri amici agronomi che stanno cercando di ottimizzare la coltivazione e la produzione anche in vista dell’entrata in funzione del nostro Mulino che produrrà farine arricchite con polvere di moringa

 

Lovoratori campi di Moringa

 

Innaffiatura delle piantine di Moringa

Lavoratori dei campi di Moringa

 

Dissodamento del campo prima della piantumazione

 

 

Confezione di farina di Moringa

 

La farina di Moringa prodatta da noi

 

 

 

La pianta di Moringa nella nostra
coltivazione.

La pianta di moringa

 

Cookie