Change Onlus

Relazione missione oculistica maggio 2018

Milano, 10 Giugno 2018
Carissimi tutti,
invio breve aggiornamento sulla situazione ad Ampefy dopo la nostra recente missione di fine maggio.


Siamo arrivati bene ad Ampefy con volo di Ethiopian Aerlines, con tutta l’equipe chirurgica di Montecarlo composta da Jean Marc Riss, il nostro amico chirurgo oculista, sua moglie Siam, tre infermiere di sala operatoria, un ottico optometrista, e un fotografo cineoperatore che ha registrato immagini durante tutta la nostra missione.
Il viaggio per gli amici di Montecarlo è stato sicuramente molto lungo ( partiti la mattina del sabato in treno e arrivati la sera della domenica…).


Al Centro, il lunedì,  ci hanno  accolto Francesco e tutti gli amici e impiegati del S.Paul oltre a una folla immensa di pazienti che erano stati convocati per lo screening della cataratta e per le visite pre operatorie.


Dopo un giorno di lavoro delle infermiere per sistemare tutto il materiale, la sala operatoria è stata perfettamente sistemata. Tutte le apparecchiature funzionano bene, compresa la grande macchina dei flussi laminari molto utile soprattutto questa volta!!), la sterilizzatrice ( grande Paolo Mazzucchelli!) e tutti gli strumenti sono perfetti.


Anche l’ambulatorio oculistico è perfettamente funzionante dopo una sistemata alla lampada a fessura che è stata sostituita. Adesso l’ambulatorio di oculistica oltre al riunito dispone di un nuovissimo autorefractometro Nidek un tonometro a soffio Nidek, una lampada a fessura Zaiss e un nuovo OCT della Zaiss.  Quindi tutto perfetto!!


I problemi dell’ultima missione legati ai black out energetici sono ormai stati eliminati con l’acquisto del nuovo generatore  da 45 Kwa donato da Fondazione Intesasampaolo. Peraltro da qualche giorno è entrato in funzione il nuovo impianto a pannelli solari donato da SEVA for Africa che , grazie all’espertissima guida di Fausto Cadei, produce energia sufficiente al buon funzionamento dei locali del dispensario e dei servizi (camere dei volontari, segretariato sociale, laboratorio di ottica, farmacia e dispensario).


Con il martedì sono iniziati gli interventi chirurgici ( circa 10 al giorno)  oltre alle visite preoperatorie e quelle post-operatorie.


Ci siamo avvalsi anche del supporto di un oculista locale ( specializzando)  e di due anestesisti che  ci hanno aiutato egregiamente ( E’ stato fatto anche un intervento ad un bambino di 7 anni in anestesia generale con l’uso del respiratore).


Il mercoledì è il giorno di maggior affollamento dato che ci sono almeno 20 o 30 pazienti che fanno le analisi di laboratorio e altrettanti che fanno l’ecografia.  Poi c’è l’attività di routine con le visite di medicina generale e di odontoiatria….. Manco a farlo apposta non si presentano anche 4 donne in travaglio???....”Posti in piedi!!!!”.

 

Dovrei essere soddisfatto. Vedere il Centro Sanitario brulicante di persone fa un certo effetto e scalda il cuore!


Teresa ed io abbiamo occupato la stanza di Claudia, momentaneamente in Italia per un corso di formazione, assieme a tante piccole bestioline ( dovremo fare una bella disinfestazione!), mentre i monegaschi hanno alloggiato all’hotel Kavita’.


Le giornate sono trascorse rapidamente interrotte dal veloce pranzo che Siam tutti i giorni ci ha praparato: Griglia e tajine per manicaretti veramente saporiti e unici con vedure locali e spezie marocchine….una delizia!!


E’ stata fatta una missione in un villaggio di campagna con il direttore sanitario, Teresa e il fotografo per documentare le nostre azioni con la Clinica mobile e l’attività dei ragazzi del progetto contro la malnutrizione.


Sono andato un giorno a Tanà (Antananarivo) per incontrarmi con il Nunzio Apostolico per verificare la possibilità di finanziamenti da parte della Chiesa Cattolica…..speriamo!


Intanto abbiamo cominciato l’installazione sulla rete informatica dei nuovi programmi che dovrebbero gestire il Centro. Qui le difficoltà sono tante e  aspettiamo con  ansia la presenza di un tecnico informatico come Jak …quanto ci manchi! ( che era venuto un anno fa) per  sistemate le cose.


Presto vorremmo installare la nuova poltrona dentistica arrivata con il container….ma per ogni cosa il suo tempo!


In conclusione:  la missione è stata un successo senza nessun grosso inciampo.


104 interventi, più di 500 visite oculistiche, oltre 300 visite ottiche.


Sono stati formati due tecnici ottici, oltre a Jacque, per il nostro laboratorio di ottica che lavora a pieno ritmo e fornisce oltre 300 occhiali al mese.


Spero presto potremo avere dei filmati e delle foto professionali da mostrarvi.
Ringraziamo  il Dr. Riss e  l’Associazione Monaco Aide et Presence che hanno finanziato totalmente la missione e i volontari che hanno lavorato indefessamente dalla mattina alla sera.


Un grazie anche al personale locale, a Francesco, al Direttore Sanitario Douglas, e a tutti coloro che con il loro lavoro hanno reso possibile questa bella iniziativa compresi i nostri volontari italiani che  dalla nostra sede a Milano mi danno un costante e preziosissimo supporto logistico.


Spero di riuscire ad organizzare un’altra missione oculistica entro la fine dell’anno…stiamo raccogliendo le disponibilità.


Ad ottobre scenderanno per 2/3 settimane due giovani infermiere  con il compito di fare formazione al personale locale sulle “buone pratiche” e un corso di BLS  ( pronto soccorso).


Io rientrerò ad Ampefy per la seconda parte del mese di Agosto fino alla prima settimana di settembre. Fatemi sapere se qualcuno vuole venire con me.


Siamo sempre alla ricerca di medici e operatori sanitari volontari che vogliano condividere  questa esperienza. Vediamo di estendere al massimo questo invito.   Vi aspettiamo!!!!

Paolo Mazza

torna a Notizie recenti