Missione ad Ampefy, un grazie a tutti i volontari per gli importanti obiettivi raggiunti.

Cosa serve ancora nei prossimi mesi? La partecipazione sempre dei volontari e altre nuove attrezzature.

A fine agosto si è conclusa una missione di Change Onlus a Ampefy che ha visto direttamente coinvolto il dr. Paolo Mazza, i volontari di Change Onlus e la nuova new entry: l’ostetrica Claudia. Dalle prime notizie si apprende che il Centro Nutrizionale è operativo e il Centro Sanitario, assieme al Laboratorio di ottica funzionano a buon ritmo.1838

I dati riportano importanti risultati. Infatti, nel Centro Nutrizionale sono stati presi in carico, nel primo mese di attività, circa 140 bambini, ma ogni giorno se ne aggiungono di nuovi. Il lavoro dei volontari ha permesso di individuare nel depistage iniziale circa 1042 bambini malnutriti. L’obiettivo, ma servono ulteriori volontari, è quello di trattarli tutti entro la fine dell’anno. ajaxmail (3)

Grande lavoro anche per il laboratorio di ottica dove Jack è impegnato quotidianamente in visite ed esami e nella preparazione degli occhiali. Altro importante buono risultato grazie anche al finanziamento di Vision+. Nel centro deve essere ricordato anche il lavoro di Agata che gestisce il Segretariato Sociale e scheda tutti i pazienti che afferiscono al Centro e la laboratorista Odille. CCCCC_IMG_0079 Dove si ricorda che nel laboratorio si svolgono circa 20-25 esami tutti i mercoledì ed è operativo anche grazie al sostegno di volontari come il dr. Marchisio (per quanto attiene la fornitura di reattivi) nonché grazie all’attività di fundraiser di Paola Farris.A1_IMG_0096
Ma serve ancora l’aiuto e il sostegno di tutti nonché è necessario ampliare il parco apparecchiature per il Laboratorio, in particolare serve un distillatore. A1 Anche i numeri dell’odontoiatria stanno aumentando con la previsione di due giornate speciali per l’igiene dentale. Naturalmente è funzionante il servizio ecografie e quello di pediatria.CCCCCCC_IMG_0085 20160822_105110
Complessivamente, il centro e il laboratorio funzionano e fin da subito è stato fondamentale l’apporto della nuova ostetrica vicentina per la professionalità dimostrata e per l’esperienza pregressa (4 anni in Madagascar gestendo una sala parto in un ospedale di periferia a Maruguay), a tutto questo si aggiunge la perfetta conoscenza del malgascio (!) IMG_1908

Chi è partito per ritornare a casa lascia Ampefy con un po’ di malinconia ma con la consapevolezza dell’avvio di importanti progetti, della presenza di nuove risorse ricche di competenza e di spirito di iniziativa con rinnovate collaborazioni e in generale un grande desiderio di tutti nel voler realizzare importanti obiettivi. Questo ci sprona a continuare nei nostri progetti ma serve sempre il contributo, non solo economico, di tutti voi con la presenza – sempre di più necessaria – di volontari pronti ad impegnarsi fattivamente e in prima persona nei nostri centri in Madagascar.
Ci sarebbe ancora molto da raccontarvi e per questo rimandiamo tutti nostri lettori, amici, volontari ad un prossimo appuntamento speciale della nostra newsletter.
Ciao a tutti – Veluma!